La definizione di “Sport Elettronici” utilizzata nei documenti del Settore è la seguente:

“L’equo confronto, diretto o indiretto, di due o più contendenti, nel quale intervengano due elementi essenziali:

–          l’impiego di calcolatori elettronici, supporti fisici di qualsiasi tipo e forma, che permettano l’interazione dei contendenti tra di loro e/o con il calcolatore stesso;

–          l’impiego di specifici programmi, titoli videoludici, appositamente sviluppati per rendere tale interazione misurabile e quantificabile.”

Gli elementi che intervengono in questa definizione sono:

  • L’equo confronto: si intende il confronto organizzato e regolamentato tra due persone o gruppi di persone, in quest’ultimo caso divisi in parità numerica, quindi con esclusione delle sfide contro l’intelligenza artificiale. Aspetto fondamentale di questo confronto è l’equità ossia gli sfidanti devono essere messi in parità di condizione per quanto riguarda tutti gli elementi che intervengono nel confronto. Gli aspetti aleatori devono essere limitati per quanto possibile o resi uniformi tra gli sfidanti.
  • Calcolatori elettronici: il confronto può svolgersi solo attraverso l’ausilio di calcolatori elettronici, di qualsiasi tipo: dai personal computer, alle console, ai tablet sino agli smartphone. Qualsiasi tipo di piattaforma che preveda il trattamento automatico delle informazioni (ossia qualsiasi tipo di calcolatore) sul quale sia possibile sviluppare appositi programmi che permettano l’interazione (diretta o indiretta) di due o più contendenti potrà rientrare tra le piattaforme atte allo sviluppo di “Sport Elettronici”. Il continuo aggiornamento tecnologico obbliga a rivedere gli standard più diffusi per le piattaforme fisiche al massimo annualmente. Per la determinazione delle piattaforme attualmente in uso nel Settore Sport Elettronici MSP si rimanda ad apposita commissione interna che stabilisce i canoni sulla base dei quali vengono presentate le piattaforme idonee per ciascun titolo e categoria.
  • Specifici programmi: elemento fondamentale per la definizione di Sport Elettornici è il programma alla base del confronto, meglio conosciuto con il termine inglese “software” ma che d’ora in avanti chiameremo titolo o titolo videoludico. Lo scopo del titolo videoludico è quello di fungere da interfaccia che possa gestire tutti gli aspetti inerenti il confronto e quindi in relazione alle scelte dei singoli contendenti in modo che sia possibile determinare l’andamento della sfida stessa. A questo scopo vengono impiegati solo determinati titoli videoludici che possano permettere un’interazione diretta o indiretta tra gli sfidanti e che abbiano determinate caratteristiche per assolvere a tale funzione. Non tutti i titoli videoludici possono rientrare nella tipologia di quelli adatti a misurare il confronto tra due (o più) contendenti. Il continuo aggiornamento tecnologico obbliga a rivedere le tipologie per i Titoli videoludici annualmente. Altro aspetto dei titoli videoludici riguarda la differente interazione che si ha con gli stessi titoli e che determina a sua volta delle “specilità” relative ai titoli videoludici. Per la determinazione dei titoli videoludici attualmente in uso nel Settore Sport Elettronici MSP si rimanda ad apposita commissione interna che stabilisce i canoni sulla base dei quali vengono selezionati i titoli videoludici nonchè la lista di tutti quelli definibili competitivi e di quelli annualmente selezionati per le competizioni ufficiali.
  • Confronto diretto e indiretto: per confronto si intende la relazione che si crea tra due (o più) sfidanti ed esprime la misura di valori che internamente al Titolo Videoludico determinano la capacità di interagire di ogni singolo contendente. Quindi possiamo distinguere le due tipologie con:
    • confronto diretto, nel caso in cui sussista l’interazione diretta tra i due sfidanti, ossia l’uno può influenzare l’attività dell’altro in modo che tale interazione determini, in un lasso di tempo più o meno lungo, chi dei due è il vincitore e chi lo sconfitto.
    • confronto indiretto, nel caso in cui gli sfidanti non possano in alcun modo interagire l’uno con l’altro ma il vincitore e lo sconfitto siano determinati attraverso una classifica relativa alla propria prestazione.
  • Misurazione: si intende la possibilità di poter determinare, attraverso valori, il contendente o la squadra che ha raggiunto il punteggio maggiore o che è in “vantaggio determinante”. Con “vantaggio determinante” si intende una superiorità, presunta o reale, durante la gara capace di poter condizionare il resto della gara in favore di un giocatore e/o squadra. Ogni singolo Titolo videoludico ha determinati aspetti e valori che permettono di stabilire chi ha vinto o chi ha perso un determinato confronto o chi era in vantaggio determinante ad un determinato momento del confronto.