Se vi state cimentando nella scalata della classifica del comparto competitivo di Overwatch questo articolo potrebbe interessarvi.

Per quanto una buona mira e un’efficace posizionamento nella mappa durante le varie fasi del gioco siano caratteristiche importanti, è l’atteggiamento che assumerete a fare la differenza.

Overwatch è un gioco di gruppo e la sinergia tra i suoi componenti è un requisito fondamentale per vincere.

La psicologia offre diversi spunti su cui riflettere per quanto concerne i gruppi, il più importante contributo rispetto a questo ambito è forse quello di Kurt Zadek Lewin (1890-1947). In particolare la teoria dell’interdipendenza del compito è quella che più si adatta alle dinamiche che ritroviamo giocando a Overwatch. L’autore considera qualunque gruppo come una totalità dinamica, le cui proprietà strutturali differiscono da quelle delle sue sottoparti. Il gruppo viene quindi definito come totalità, non come sommatoria dei membri che lo compongono. L’interdipendenza del compito può essere positiva o negativa: nel primo caso, si ha collaborazione ed il successo di tutto il gruppo; nel secondo, invece, si ha competizione e la riuscita di un membro va a discapito dell’intero gruppo degli. Entrambi i tipi d’interdipendenza creano dinamiche che incidono sulla produttività del gruppo e sul suo clima interno.

Quali sono quindi gli atteggiamenti e i comportamenti da tenere presenti al fine di  creare una buona sinergia di gruppo?

Comunicazione: sia che facciate parte di un gruppo “premade”, sia che partecipiate alle partite competitive con gruppi casuali, sarà importante sfruttare la chat vocale per comunicare con gli altri membri del gruppo. La comunicazione è la condizione necessaria per avvertire i compagni della presenza di un nemico, per proporre una strategia, per complimentarsi  con i compagni, per decidere la “composizione del team” ecc.

Corretto locus of control: in psicologia ci si riferisce al locus of control per indicare lo stile di attribuzione causale degli individui. Detto in parole più semplici: la responsabilità delle proprie azioni. Alcuni giocatori tendono ad attribuire l’insuccesso agli altri e il successo a se stessi (locus of control esterno per gli insuccessi e interno per i successi). Sarà opportuno fare molta autocritica e rendersi conto che molte volte l’insuccesso dipenderà da voi, non per forza per mancanza di abilità, magari sarà solo questione di effettuare un cambio personaggio per migliorare il funzionamento del gruppo. Questo processo è costruttivo, poiché favorisce l’autoconsapevolezza e quindi l’autocontrollo. Il tutto a vantaggio di un miglioramento del giocatore soprattutto sotto il profilo tattico.

Informazione e tattica: se giocate alle partite competitive con gruppi casuali sarà importante informarsi sulle migliori strategie relative alle varie mappe attraverso la visualizzazione di video su Youtube, Twitch e quant’altro. Effettuato questo passaggio, vi renderete conto che le informazioni apprese saranno preziose nel momento in cui il vostro team non risulterà in grado di attuare una vera e propria strategia. A quel punto sarà importante che utilizziate quanto appreso e lo condividiate con gli altri per fornire alle azioni dei singoli membri del gruppo una direzione compatibile con la vittoria. Chiaramente questo processo non funzionerà tutte le volte che lo metterete in pratica, sarà molto influenzato dalle vostre capacità comunicative, di leadership e dalla tipologia di giocatori con cui vi troverete a giocare. Tuttavia partendo da una buona base di umiltà aumenterete di sicuro la probabilità di vittoria.

Rinforzi positivi: La psicologia comportamentale ci insegna che il rinforzo positivo non è altro che una ricompensa materiale o immateriale funzionale alle reiterazione di una particolare azione. Declinando questo principio al gioco, sarà importante complimentarsi con i compagni ogni volta che faranno  una giocata che volete che ripetano.  In questo modo non solo il giocatore con cui vi complimenterete vorrà ripetere la sua giocata per sentirsi bene ma favorirete anche un clima positivo all’interno del gruppo. Allo stesso modo dovrete cercare di inibire le espressioni poco colorite o di scherno nei confronti dei membri del team quando questi sbaglieranno. Questo tipo di atteggiamento nei confronti del gruppo facilita future collaborazioni in gioco, perché si sa, i giocatori di Overwatch non sono infiniti ed è probabile che ne rincontriate alcuni durante la vostra scalata alla vetta della classifica.

Elasticità nella scelta del personaggio: al fine di migliorare la sinergia del gruppo sarà importante ricoprire tutti i ruoli necessari attraverso la scelta dei personaggi giusti. Mostratevi sempre disponibili a scegliere il personaggio utile in quel momento e vedrete che anche gli altri lo saranno. Per facilitarvi il compito cercate di padroneggiare uno o due personaggi per tipologia di ruolo.

Spero che questi suggerimenti vi saranno utili per migliorare la qualità delle vostre partite.

Comments

comments